Home Home

Intestazione Veicoli

Versione stampabileversione pdf

La notizia delle sanzioni da 705 euro per chi guida un’auto di diverso intestatario sta in queste ore facendo il giro della rete generando eccessivo e inutile allarmismo. Il campo di applicazione della norma, che entrerà in vigore dal 3 novembre 2014, è infatti più ristretto rispetto a quanto una lettura superficiale possa far immaginare.  Va inoltre precisato che la norma non è retroattiva e che non si corre il rischio di sanzione nel caso di comodato familiare, quando cioè si utilizza la vettura di un genitore o di un fratello, purché si tratti di persone conviventi. Ma procediamo con ordine.
CAMBIO GENERALITÀ SU CARTA DI CIRCOLAZIONE  La circolare del ministero del 10 luglio riguarda l’articolo 94, comma 4-bis, del codice della strada, introdotto nel 2010 dalla legge 120 (articolo 12, comma 1, lettera a). In sostanza ci troviamo di fronte ad una regola introdotta ben quattro anni fa e che ha avuto bisogno di una lunga fase prima di vedere la sua applicazione. Nel dettaglio la norma stabilisce che gli atti «da cui derivi una variazione dell’intestatario della carta di circolazione ovvero che comportino la disponibilità del veicolo, per un periodo superiore a trenta giorni, in favore di un soggetto diverso dall’intestatario stesso, devono essere dichiarati dall’avente causa, entro trenta giorni, al Dipartimento per i trasporti al fine dell’annotazione sulla carta di circolazione». Dunque, se si utilizza per un periodo di 30 giorni una vettura altrui le generalità dell’automobilista, indicate ovviamente anche sulla patente, dovranno comparire pure sulla carta di circolazione.
ASSENZA DI RETROATTIVITÀ  La norma non è retroattiva e la circolare del ministero fa sapere che il mancato «aggiornamento delle carte e dell’Archivio nazionale dei veicoli con riferimento agli atti insorti anteriormente al 3 novembre 2014» non dà luogo all’applicazione della sanzione.
ATTIVITA’ DI AUTOTRASPOTRTO, VEICOLI UTILIZZATI DAI FAMILIARI CONVIVENTI E AUTO AZIENDALI Sono esenti dell’obbligo dell’annotazione sulla carta di circolazione i soggetti che effettuano attività di autotrasporto, i familiari conviventi che hanno disponibilità in comodato di un veicolo di famiglia e i dipendenti che utilizzano veicoli per uso promiscuo casa lavoro, trattandosi di ipotesi diverse da quelle previste dalla legge.
I nostri uffici e i nostri operatori sono a disposizione per eventuali chiarimenti.
Il Comandante della Polizia Locale della Valle Sabbia
Commissario Capo dott. Fabio Vallini

  • Posta Elettronica Certificata
  • Publiaccesso
  • Italia.gov.it
Comunità Montana di Valle Sabbia | via Reverberi, 2 - 25070 Vestone (BS)
tel. 0365-8777 | fax 0365-8777200 | C.F. 87002810171 | P. I.V.A. 00726670987
Contattaci | Posta Elettronica Certificata: protocollo@pec.cmvs.it
Note Legali | Privacy
A
ccedi

Copyright © 2005 - 2017 Secoval srl Torna su